La scuola è nostra! Miglioriamola insieme

Comitato genitori e insegnanti x la scuola pubblica – Padova e Provincia

A scuola c’è vita! Il nuovo laboratorio informatico della Scuola primaria “Diego Valeri” di Padova

Posted by comitatonogelmini su 12 maggio 2010

Riceviamo dai genitori della scuola Valeri – XI IC di Padova e volentieri pubblichiamo!

Alla scuola Valeri abbiamo un nuovo laboratorio informatico!

Sabato 15 maggio 2010 – dalle ore 11.00 alle 12.30 ci sarà una piccola festa scolastica di inaugurazione del laboratorio con brindisi finale

E’ importante il modo in cui è stato raggiunto questo obiettivo e ci fa molto piacere condividere con voi la piccola festa per l’inaugurazione ufficiale. E’ un’occasione per ritrovarci e scambiare idee sull’esempio di questa buona pratica di cittadinanza attiva. Vi aspettiamo!


Il nuovo laboratorio informatico della Scuola primaria “Diego Valeri”- XI Istituto Comprensivo – Padova

All’inizio dell’anno scolastico il laboratorio di informatica in dotazione al nostro plesso scolastico contava 14 computer, dei quali solo tre funzionanti e uno in grossa difficoltà!

La situazione non avrebbe consentito l’utilizzo del laboratorio con i bambini, nemmeno in piccoli gruppi; le maestre hanno quindi lanciato un appello in occasione della riunione interclasse di novembre 2009. Alcuni genitori hanno prontamente raccolto l’invito, attivando una richiesta di assegnazione di computer dismessi all’Università di Padova, che ha donato 12 computer ancora in buone condizioni e adatti alle finalità educative di una scuola primaria. Altri genitori  si sono aggregati all’iniziativa ed ecco spuntare altri elaboratori, memorie, tappetini per mouse, cuffie, microfoni, scanner e stampanti.

I genitori, in sintonia con le maestre, si sono organizzati prima per il trasporto delle macchine e poi per definire un “tempo informatico”: pomeriggi dedicati alla riorganizzazione degli spazi e alla nuova configurazione di tutto il laboratorio.

Per quanto riguarda il software, nella logica di un’operazione “dal basso” la scelta è caduta su programmi “open-source” basati su GNU-Linux, la cui mascotte è il pinguino Tux: tutti i computer sono stati configurati con Ubuntu, sistema operativo libero, che non ha costi di licenze e che in questi anni si è affermato in tutto il mondo. Ubuntu è un’antica parola africana che significa “io sono ciò che sono per merito di ciò che siamo tutti” e il sistema operativo è particolarmente adatto per le comunità educative e possiede un’ampia dotazione di programmi didattici.

Ad ogni computer è stato associato un nome, per riconoscerlo: awilda, archimede, baghera, baruch, kermit, mafalda, napoleone, obelix, olmo, omega, pomodoro, saetta …

Ora la nostra scuola ha un laboratorio di informatica! Forse gli strumenti tecnologici avanzati, quali computer e lavagna interattiva multimediale, non fanno di per sé la vera differenza dal punto di vista dell’educazione e dell’acquisizione dei contenuti, ma certamente agevolano il percorso di insegnamento e creano i presupposti per un apprendimento efficace fondato sulla motivazione e sulla stimolazione di più canali percettivi degli alunni.

Il laboratorio di informatica può essere uno strumento per lavorare ad un progetto più ampio sia a supporto dei diversi ambiti disciplinari – tra gli altri la musica, la matematica, l’apprendimento delle lingue, la geografia – sia per affrontare la sfida di educare i bambini ad un utile e corretto uso delle tecnologie.

Per noi genitori, nella fase di trasformazione della scuola che stiamo attraversando, la realizzazione di questo laboratorio ha un significato importante: lo scorso anno scolastico, infatti, abbiamo chiesto e scelto di passare dal modello orario ‘lungo’ delle trentacinque ore alle quaranta ore settimanali e ora vogliamo dare significato e qualità al ‘tempo pieno’.

Malgrado le difficoltà finanziarie in cui versano le scuole, questa esperienza ci dimostra come sia possibile sperimentare delle buone pratiche per attivare iniziative a basso costo, con la partecipazione e l’impegno di tutte le componenti della scuola e coinvolgendo anche altri enti del territorio.

Non possiamo però rassegnarci all’idea di una riduzione dell’offerta formativa per i nostri figli: servono strutture adeguate, progetti, laboratori. E servono il personale, le maestre e le compresenze per farli funzionare!

Il gruppo di genitori della Scuola D.Valeri – XI IC di Padova, promotori dell’iniziativa

P.S. – In queste prime settimane il laboratorio ha prodotto anche un blog che raccoglie le esperienze didattiche raccontate dai bambini.

http://laboratoriovaleri.wordpress.com

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...