La scuola è nostra! Miglioriamola insieme

Comitato genitori e insegnanti x la scuola pubblica – Padova e Provincia

Genitori in rivolta contro i tagli della riforma Gelmini

Posted by comitatonogelmini su 16 maggio 2010

Roma: protesta sotto l’ex provveditorato. Venti mamme incatenate.
di Militant A
16 maggio 2010

Il fronte scuola è riaperto e sanguina. Tutti si devono sentir tremare la terra sotto i piedi. Tutte le classi sono interessate. La seconda tranche di tagli della riforma Gelmini sta passando come una falce nera sul corpo vivo della comunità scolastica. «All’Iqbal Masih due maestre in meno nell’organico di diritto» ci dice la circolare dell’ufficio provinciale. Su sei prime elementari a tempo pieno, l’anno prossimo due classi a 27 ore invece che a 40. Il che vuol dire 50 bambini a casa alle 13. Bam! I genitori guardano l’avviso sgomenti. Nella provincia di Roma 72 scuole colpite. Chissà quante in tutta Italia. Chi è al corrente di quello che sta succedendo? Stamattina siamo andati in cento all’ex provveditorato di via Pinciana a Roma con cartelli e striscioni, venti mamme si sono incatenate mentre una delegazione saliva su a parlare. «I tagli sono questi, arrangiatevi», ha detto il dottor Menichiello, dirigente tecnico dell’ufficio. Noi abbiamo bloccato l’entrata per una mattina, urlando al megafono che la Novelli (direttore politico) deve scendere a guardare in faccia le persone che sta tagliando. Ora è il momento di decidere, abbiamo bisogno di azioni, di mobilitazioni, vogliamo fargli sentire il fiato sul collo. Pensano di uccidere il tempo pieno senza dire niente, fischiettando. Abbiamo ancora negli occhi Berlusconi e la Gelmini che rassicuravano le mamme italiane dicendo che il tempo pieno non sarebbe stato toccato. Tutte balle. Ho fatto tante riunioni di scuole in questi giorni, nessuno sa dove sbattere la testa. Ci facciamo togliere la scuola pubblica senza dire niente? È questo il momento di lottare. A Roma la settimana scorsa la Principe di Piemonte ha occupato per una settimana. Nel corso di una riunione della rete delle scuole abbiamo deciso insieme di indire le «4 giornate di Roma» da lunedì prossimo. Ognuno faccia quello che può, cartelli, assemblee, occupazioni. Ieri mattina dopo mezz’ora che stavamo lì sotto è arrivata la polizia. Ci voleva identificare e sgomberare. «Tra di noi ci sono mogli di vostri colleghi», gli abbiamo risposto, «questa lotta è per i diritti di tutti i bambini e anche dei vostri figli». E a mezza bocca ci davano ragione. Volevano 4 responsabili. Abbiamo alzato i documenti in aria tutti e cento: identificateci tutti, tra dieci anni i nostri figli sapranno che abbiamo lottato per loro. Ora appuntamento fuori scuola, l’Iqbal Masih ha deciso l’occupazione.

Mettiamo le tende sui tetti delle scuole!!!
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...