La scuola è nostra! Miglioriamola insieme

Comitato genitori e insegnanti x la scuola pubblica – Padova e Provincia

Basta primo e secondo, a scuola il piatto è unico

Posted by comitatonogelmini su 8 gennaio 2011

di Franco Vanni
da La Repubblica
8 gennaio 2011
Rivoluzione al via nei comuni del Nord: pasto più equilibrato e si risparmia. Ma è protesta. La sociologa: l’abitudine a una sola portata si diffonderà lentamente soprattutto al Sud dove resiste la tradizione del menu completo

Bambini, mettetevi in fila che si va in pausa pranzo. Le mense scolastiche del Nord si adeguano ai riti del pasto “mordi e fuggi” dei lavoratori urbani, e il piatto unico prende il posto del primo e del secondo sulle tavole dei refettori. Succede nelle grandi città del Veneto come nei minuscoli Comuni del Comasco. E una sperimentazione è in corso anche a Milano. “Con il piatto unico i bambini avanzano meno cibo e si risparmia”, sostengono i sindaci e gli assessori che credono nella rivoluzione del pranzo a scuola. “Il costume alimentare sta cambiando e non si torna indietro”, sostengono i sociologi. “Risparmiando sui pasti si perde in qualità”, replicano le mamme delle “Commissioni mensa”. Un fatto è certo: il piatto unico a scuola è anzitutto un tentativo dei Comuni di risparmiare, vista la sofferenza dei conti dovuta al patto di stabilità, alla cancellazione dell’Ici e alla dieta finanziaria imposta dal governo.

Il Comune di Padova ha introdotto il piatto unico in mensa per tre giorni a settimana, e conta di risparmiare così 650 mila euro in un anno, riducendo gli avanzi dei 7mila pasti serviti ogni giorno a scuola. “Sarà una portata equilibrata – assicura l’assessore all’Educazione, Claudio Piron – e al pomeriggio sarà servita una merenda”. A Vicenza il piatto unico arriva in tavola in versione rinforzata: oltre alla portata principale (lasagne o spezzatino) è previsto un contorno di verdura. Lo stesso succederà in alcuni piccoli centri: da Asso in provincia di Como ad Assago alle porte di Milano, da Cernate nel cuore della Brianza a Calcinato nel Bresciano.

Francesca Zajczyk, sociologa urbana che sta conducendo una ricerca sul ciclo di vita del cibo, mette in guardia: al piatto unico a scuola ci si dovrà abituare. “La pausa pranzo mette a dura prova la tradizione italiana – dice – e il piatto unico è alla base della cucina di molti Paesi presenti nelle nostre città, come quella messicana o cinese. Certo, l’abitudine al piatto unico si diffonderà con più lentezza nelle regioni del Sud, dove il susseguirsi delle portate nella giornata del lavoratore tipo resiste”. E le mense scolastiche vanno di conseguenza. A Palermo il Comune annuncia un nuovo menù “bio-mediterraneo”, legato ai prodotti locali, alle ricette del territorio. Una mossa in controtendenza rispetto a quelle dei molti Comuni, fra cui quello di Roma, che per risparmiare tagliano il biologico in mensa.

Milano Ristorazione, la società comunale che serve ogni giorno 80mila pasti in 450 scuole, offrirà il piatto unico solo tre giorni al mese. “È una sperimentazione che tentiamo con la Asl – dice il presidente Roberto Predolin – di più non facciamo”. Una rassicurazione per le agguerrite mamme delle Commissioni mensa, che già non hanno gradito la riduzione della dimensione delle porzioni di verdura, sempre in ottica anti-sprechi. Rosanna Campeggi è una dei 400 genitori milanesi che controllano la qualità del cibo che mangiano i loro figli: “Se il piatto unico viene introdotto come forma di risparmio – dice – il rischio per la qualità è forte”. Negli ultimi mesi la commissione ha segnalato diversi eccessi provocati dal voler spendere poco: dal pesce tritato e poi ricomposto a forma di filetto fino alla mozzarella comprata in Germania a prezzi bassissimi.

Il costo medio di ognuno degli 1.580 pasti serviti ogni giorno nelle scuole materne ed elementari in Italia è di 3.90 euro. La stima è di Fipe, il sindacato dei pubblici esercizi. E Angem, l’associazione delle aziende che servono le mense, fornisce un altro dato: l’80,3 per cento delle gare per la fornitura di cibo alle scuole nel 2010 è stata aggiudicata con il criterio del maggior ribasso, contro il 4,9 per cento delle mense aziendali. Ilario Perotto, presidente di Angem, commenta: “Il sottocosto non può che generare insoddisfazione fra i bambini e le proteste delle famiglie”

Scarica il powerpoint del nuovo capitolato mense del comune di Padova
Annunci

2 Risposte to “Basta primo e secondo, a scuola il piatto è unico”

  1. Luisa said

    Da Torino posso testimoniare che molto spesso i bambini non mangiano tutto perchè il cibo non piace. In genere le maestre (giustamente) permettono di saltare un solo alimento: così i bambini scelgono il peggiore e lo lasciano nel piatto. Pare che il Comune sia in ritardo nel pagamento alla ditta…

  2. stefano said

    è assordante il silenzio di questo comitato sulla vicenda piatto unico che sta investendo Padova. Stanno facendo passare noi genitori come degli stupidi viziati. Sono tre anni che nella scuola di mio figlio chiediamo che vengano limitati gli sprechi ma non si può far passare una portata a volte scarsa e senza alternative come piatto unico … i nutrizionalisti che sprecano commenti sui giornali si sono dimenticati di dire che sono gli stessi che avevano fatto il menù in vigore fino alle vacanze di Natale, sono loro che hanno giustificato l’abbondanza e quindi lo spreco fino ad oggi … la politica a qualsiasi livello si comporta allo stesso modo si trova un pseudo esperto che giustifica i tagli di bilancio. Il Comune di Padova si comporta nello stesso modo della Gelmini/Tremonti … forza un bel comitato NoPiron da affiancare a NoGelmini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...