La scuola è nostra! Miglioriamola insieme

Comitato genitori e insegnanti x la scuola pubblica – Padova e Provincia

Scuola pubblica in piazza

Posted by comitatonogelmini su 2 marzo 2011

di Federica Cappellato
da Il Gazzettino di Padova
2 marzo 2011
La protesta dopo le dichiarazioni del premier sull’istruzione
Manifestazione del Comitato genitori e insegnanti il 12 marzo

«Sono una maestra e ho udito con raccapriccio l’attacco alla scuola pubblica e ai suoi lavoratori. Mi domando con quali competenze didattico-pedagogiche si è arrogato il diritto di usare simili espressioni, dileggiando un patrimonio storico, umano e culturale che è davanti agli occhi di tutti. Lei ha volutamente offeso una parte consistente della Nazione. È mai entrato in una “scuola pubblica”, ha mai incontrato qualche docente? È al corrente che sono attivate, con successo da anni, esperienze di eccellenza e buone pratiche educative? Lei conosce l’entità del salario di un insegnante statale? È informato sulla situazione di tanti precari della scuola e le loro condizioni lavorative?». È la lettera aperta che Giulietta Poli, insegnante in una scuola elementare di Padova, rivolge al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi dopo le recenti polemiche. Incalza Carlo Salmaso, portavoce del Comitato genitori e insegnanti di Padova: «Abbiamo ascoltato con sgomento le parole pronunciate dal premier sulla, anzi contro, la scuola pubblica, denotando una visione della didattica e persino dello Stato che allarmano chiunque abbia a cuore la democrazia. Facciamo sentire la voce del popolo della scuola, genitori, studenti, ata, insegnanti, incontriamoci sabato 12 marzo alle 15 senza bandiere nè sigle sindacali per manifestare la dignità della scuola pubblica statale in piazza (probabilmente Antenore, ndr). Esprimiamo solidarietà agli allievi e ai docenti, che meritano le scuse del premier». Sabato è previsto un minuto di silenzio corale in tutti i poli scolastici, dopo che gli istituti Calvi e Scalcerle l’hanno proposto per ribadire il loro pieno appoggio alla scuola pubblica e ieri la protesta si è espansa a macchia d’olio, dalle scuole di Forcellini a quelle di via Cave, dalla Mandria all’Arcella. Alle dure critiche dell’assessore veneto alla formazione Elena Donazzan risponde Salvatore Mazza, segretario generale della Cgil Scuola del Veneto: «La sua è un’idea di scuola autoritaria da cui sono banditi la discussione e io confronto culturale».

Advertisements

Una Risposta to “Scuola pubblica in piazza”

  1. Antonio Carnevale said

    Sono un docente e mi INDIGNO, anche di fronte alle motivazioni dichiarate per il tanto atteso SCIOPERO GENERALE proclamato dalla CGIL.
    Problemi della Scuola Pubblica, che gravano su tutti (tranne che sui ricchi), completamente ignorati e sciopero dei lavoratori della conoscenza annullato.
    Cosa ne pensate ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...