La scuola è nostra! Miglioriamola insieme

Comitato genitori e insegnanti x la scuola pubblica – Padova e Provincia

I quaderni del comitato: mai più senza!

Posted by comitatonogelmini su 9 settembre 2011

 

I quaderni del comitato

Per dire: io non ci sto!

Per sovvenzionare le attività del comitato!

Condivisi con gli altri comitati che agiscono in Veneto!

 

(clicca sulle immagini per vedere la copertina a dimensione naturale) 

Ogni quaderno (in formato A4, a quadretti) costa 2.50 € che servono per rimpinguare le casse del comitato e poter continuare a proporre iniziative sul territorio.
Per ordinarli (se abiti in provincia di Padova) manda una mail a: comitato.nogelmini@gmail.com specificando il quantitativo
Comitato Genitori ed Insegnanti per la Scuola Pubblica di Padova
Annunci

Una Risposta to “I quaderni del comitato: mai più senza!”

  1. Gae Pontecorvo said

    Sono un Dirigente Scolastico passato al altro tipo di attività, ma indipendente e sempre nel mondo della cultura, Vedo con ” dolore” cosa sta accadendo nella scuola e negli organismi che la rappresentano : un pressapochismo, un qualunquismo, un imbarbarimento, un laissez-faire spaventosi!
    Ovvio con le eccezioni a questa ” regola”. Il plauso che viene rivolto a questo governo di cui Profumo è una faccia, mi fa rabbrividire: cui prodest la autoritaria imposizione delle Prove Invalsi? Agli studenti, ai docenti, alle famiglie?
    Non è forse più utile iniziare una stagione, nella scuola, di formazione ed aggiornamento dei docenti, con ovvia retribuzione alle scuole, ai docenti ( non necessariamente di tipo economico soltanto),legandola ai veri bisogni degli aliievi, dei territori, servendosi dei veicoli della scrittura, del far di conto, della lettura etc, piuttosto che della ” astrazione” indiferenziata in cui sull’altare della presunta uniformità, unicità, obiettività delle prove si opera un sacrificio di risorse, di affezione all’insegnamento, di stimolo al vero apprendimento.?
    Quindi formazione in servizio legata alle necessità valutative stabilite dai docenti. Non mi si dica chi controllerà poi i controllori: del pari, al contrario cioè, quale ricadute sulla didattica gli esiti delle prove? Istogrammi, diagrammi, graduatorie e classifiche, buone per lo starsystem ” scolastico” che alimenta sè medesimo? O invece è utile incentivare i docenti, investendo sulla formazione in servizio, individuando accanto al Miur, centri altri di ricerca e Formazione,nonché l’associazionismo(didatticopedagogico?
    Vi dice niente l’M.C.E. e Il CIDI (almeno nel loro formato migliore).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...