La scuola è nostra! Miglioriamola insieme

Comitato genitori e insegnanti x la scuola pubblica – Padova e Provincia

Quanti (pochi) soldi ha ricevuto la tua scuola? – capitolo 2: la nota Miur sul Programma Annuale 2012

Posted by comitatonogelmini su 29 dicembre 2011

di Comitato Genitori ed Insegnanti per la Scuola Pubblica di Padova
29 dicembre 2011
Dopo aver fornito alle singole istituzioni scolastiche il 25 ottobre la consistenza dei finanziamenti assegnati per l’anno scolastico 2011/12 (vedi qui il nostro articolo precedente) il 23 dicembre il Ministero ha inviato a tutte le scuole  la nota MIUR.AOODGPFB 0009355 sul Programma Annuale 2012.

E’ abbastanza imbarazzante il ritardo con cui tale documento è stato spedito (il regolamento di contabilità, D.I. n. 44/2001, stabilisce, infatti, che entro ottobre le scuole debbano cominciare a predisporre il Programma Annuale dell’anno successivo, da approvare entro il 15 dicembre); mai negli anni passati si era arrivati alla fine di dicembre!

Nella nota viene confermata una erogazione solamente parziale (gli otto dodicesimi) dei finanziamenti che spettano ad ogni scuola sulla base del DM 21/2007; il testo così recita: “La quota riferita al periodo settembre-dicembre 2012 sarà oggetto di successiva integrazione, per consentire una ordinata gestione dei dimensionamenti“.

Troviamo piuttosto sibillina la tesi del Miur: infatti il dimensionamento riguarderà una percentuale piuttosto bassa di scuole (tutte le scuole della secondaria di secondo grado sono escluse dal dimensionamento e in molte regioni i piani di riorganizzazione riguardano solo una piccola parte delle scuole del primo ciclo).

Riteniamo che, ancora una volta, il tentativo sia quello di rimandare a “tempi migliori” i fondi spettanti alle singole istituzioni scolastiche, in modo particolare quelli relativi al pagamento delle spese per le supplenze, che le scuole normalmente esauriscono quasi integralmente entro il mese di giugno.
In base alle nuove regole una fetta non irrilevante di fondi verrà così erogata solo a partire dal mese di settembre.

La nota ovviamente non spiega come, con meno risorse, le scuole potranno far fronte alla loro “normale gestione”; inoltre, ancora una volta, il Ministero continua a non dire niente sulla questione dei residui attivi che le istituzioni scolastiche vantano nei confronti del Miur stesso da più anni (in media 70-80.000 euro, ma con punte anche di 250.000 euro!).

Il Miur continua a non riconoscere il bisogno estremo delle scuole di avere una disponibilità certa di cassa per pagare tempestivamente le spese obbligatorie. Non finanziare adeguatamente le ore eccedenti per la sostituzione degli insegnanti e degli A.t.a. assenti e non coprire i residui attivi significa spingere le singole istituzioni scolastiche verso il collasso, a cui contribuisce non poco il “congelamento” dei fondi contrattuali che avviene tramite il cedolino unico.

Ulteriori integrazioni potrebbero esserci per i finanziamenti della legge 440/97, l’alternanza scuola lavoro, per la fruizione della mensa gratuita da parte del personale scolastico (art. 21 CCNL), per le misure incentivanti per progetti relativi alle aree a rischio, a forte processo immigratorio e contro l’emarginazione scolastica a.s. 2012/2013 (art. 9 CCNL). Le Direzioni Generali potranno dare altre assegnazioni per altre esigenze (es. “patentino”, PON, ecc.).

La parte della nota che dà indicazione sui finanziamenti della legge 440/97 (autonomia scolastica) è quantomeno risibile se si considera che le scuole ancora non conoscono l’ammontare della quota su cui contare per il 2011.

Per poter leggere “in chiaro” quanti (pochi) soldi ha ricevuto la vostra scuola , tenete presente che:

  1. PA12QUOTASUPPLENZE in euro è l’assegnazione base per le supplenze brevi e saltuarie (tabella 1 Quadro A DM21/07);
  2. PA12QUOTAFISSA in euro è l’assegnazione quale quota fissa per istituto (tabella 2 Quadro A);
  3. PA12QUOTAPERSEDE in euro è l’assegnazione quale quota per sede aggiuntiva (tabella 2 Quadro A);
  4. PA12QUOTAPERALUNNO in euro è la quota per alunno (tabella 2 Quadro A);
  5. PA12QUOTAPERDIVERSAMENTEABILE in euro è la quota per alunno diversamente abile (tabella 2 Quadro A);
  6. PA12QUOTAREVISORI in euro è l’assegnazione solo alle scuole individuate quali capofila all’interno del proprio ambito territoriale di revisione dei conti;
  7. PERS12GENAGO in euro è l’assegnazione, al netto degli oneri riflessi a carico dell’Amministrazione e dell’IRAP (lordo dipendente), attribuita ad ogni scuola quale dotazione finanziaria finalizzata al pagamento degli istituti contrattuali relativi al periodo da gennaio ad agosto 2012 e comprende le voci sotto elencate:

il fondo dell’istituzione scolastica, per il pagamento degli istituti contrattuali di cui all’art. 88 del CCNL 29-11-2007 (ivi compresi, tra l’altro, i corsi di recupero, le indennità per turno notturno, festivo, notturno/festivo, di bi/trilinguismo nonché il compenso spettante per l’indennità di direzione al DSGA e al suo eventuale sostituto, ecc…);

le funzioni strumentali al piano dell’offerta formativa (art. 33 CCNL);

gli incarichi specifici del personale ATA (art. 47 CCNL);

le ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti (art. 30 CCNL), compreso l’incremento disposto ai sensi dell’Intesa del 10 novembre 2011;

● per le attività complementari di educazione fisica e per il docente coordinatore provinciale per l’educazione fisica (art. 87 CCNL);

l’incremento del fondo dell’istituzione scolastica, limitatamente alle scuole e ai casi previsti dall’art. 6 dell’Accordo Nazionale del 31 maggio 2011 e dall’Intesa del 10 novembre 2011, che dispongono l’integrazione del FIS per le scuole che devono provvedere alle indennità al personale scolastico per turno notturno, festivo, notturno/festivo, per bi/trilinguismo nonché per l’indennità di direzione al personale che sostituisce il DSGA;

limitatamente agli istituti secondari di secondo grado, l’acconto di 4.000,00 euro lordo dipendente per ciascuna classe terminale, per la remunerazione dei compensi ai componenti le commissioni degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio.

Le somme sono determinate tenendo in considerazione i dati presenti al sistema informativo del Ministero ed utilizzati per l’annuale pubblicazione sull’organico di diritto.

In altre parole, se i dati sono sbagliati e non corrispondono alla situazione delle scuole (cosa che accade sempre più spesso…) il Miur non farà alcuna integrazione!!!

Di seguito potete scaricare:

il testo della nota MIUR.AOODGPFB 0009355 sul Programma Annuale 2012

l’elenco delle attribuzioni per tutte le istituzioni scolastiche d’Italia, in formato Excel (attenzione! l’elenco non è in ordine di regione e provincia, ma dovete cercare con pazienza la vostra)

l’elenco delle attribuzioni per tutte le istituzioni scolastiche del Veneto, in formato Excel (questo invece ve lo abbiamo ordinato!)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...