La scuola è nostra! Miglioriamola insieme

Comitato genitori e insegnanti x la scuola pubblica – Padova e Provincia

No all’accorpamento “mostro” di Monselice: interrogazione dei consiglieri regionali del PD

Posted by comitatonogelmini su 17 maggio 2012

dal sito del Consiglio Regionale Veneto
17 maggio 2012

 “L’accorpamento previsto a Monselice di ben 16 scuole in un unico ente rappresenta un’anomalia: nella nuova situazione infatti un unico dirigente scolastico ed un solo direttore dei servizi generali e amministrativi dovranno occuparsi di una scuola articolata in 3 comuni, 16 plessi, 98 sezioni e 2000 studenti”. Claudio Sinigaglia e Laura Puppato, consiglieri regionali del Pd, interrogano la Giunta in merito all’accorpamento di due istituti comprensivi di Monselice (Padova), ognuno dei quali raggruppa attualmente ben 8 istituzioni scolastiche. Si tratta dell’Istituto comprensivo Guinizzelli (con sezione staccata ad Arquà Petrarca), frequentato da 890 alunni e dell’istituto comprensivo Zanellato (con sezione staccata a Pernumia) che conta già oltre 1.100 alunni. Per Puppato e Sinigaglia si tratta di una “operazione irragionevole” per il numero di istituti che verrebbero accorpati e la sproporzione tra dirigenti, personale amministrativo e numero degli alunni. “In provincia di Venezia – citano ad esempio i due esponenti del Pd – si arriva ad un massimo di 13 istituti accorpati, a Cavarzere; nel Veronese, nel Vicentino e nel Trevigiano si arriva ad un massimo di 12, Rovigo si ferma a 9, e nel Bellunese non ci sono stati nuovi accorpamenti“. Nel caso di Monselice, aggiunge Sinigaglia, “le amministrazioni comunali coinvolte, ed in particolare il comune di Monselice, capofila della proposta di dimensionamento, hanno adottato questa scelta senza coinvolgere in alcun modo né gli organi collegiali delle istituzioni scolastiche interessate, né i sindacati, né i rappresentanti dei lavoratori della scuola. Col risultato di creare forte preoccupazione tra genitori, studenti e collaboratori scolastici sulla futura offerta formativa e sull’organizzazione dei tempi scuola”. Sinigaglia e Puppato chiedono quindise, alla luce di quanto deliberato da altre Regioni (Piemonte e Friuli Venezia Giulia) sull’analogo problema, la Giunta veneta non intenda rivedere la delibera sul dimensionamento della rete scolastica, vista la grave sproporzione tra il numero di collaboratori scolastici e il numero di studenti che si verificherà nel nuovo Istituto comprensivo di Monselice e negli altri istituti comprensivi che superano abbondantemente tale quota“.

Scarica il testo dell’interrogazione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...