La scuola è nostra! Miglioriamola insieme

Comitato genitori e insegnanti x la scuola pubblica – Padova e Provincia

La mobilitazione continua

Posted by comitatonogelmini su 18 novembre 2012

di Coordinamento delle Scuole in Mobilitazione di Padova
18 novembre 2012

Questa mattina oltre 100 insegnanti appartenenti a decine di scuole della provincia di Padova si sono ritrovati in maniera spontanea sulla scalinata della Gran Guardia in piazza dei Signori per rendere visibile la loro protesta.

L’hanno fatto con “i ferri del mestiere”, penne rosse e compiti che sono stati corretti pubblicamente, la lettura di alcuni brani di Fogazzaro, sempre attuali anche ad un secolo dalla loro pubblicazione, ascoltando l’invito degli studenti universitari a dialogare con loro giovedì prossimo alle 17.00 al cinema Mignon occupato.

L’hanno fatto autoconvocandosi, senza bandiere di sigle sindacali, ma solo con gli striscioni che in questi giorni sono stati esposti in molti istituti della provincia come segno tangibile della mobilitazione messa in atto a difesa della professionalità docente e della scuola pubblica statale.

  • La nostra professionalità, messa in discussione da un provvedimento vessatorio ed anticostituzionale, inserito dall’attuale governo nel decreto di stabilità, che prevede un aumento del 30% dell’orario di cattedra a parità di stipendio: non era mai successo che si tentasse di disapplicare il testo di un contratto nazionale di lavoro unilateralmente.

E’ un problema che non riguarda solamente i docenti delle scuole secondarie, ma tutto il personale della scuola, tutti i lavoratori; riguarda noi, ma anche i nostri studenti e il loro futuro di lavoratori.

  • La scuola pubblica statale, attaccata da almeno 15 anni di tagli che si sono succeduti sotto governi di tutte le tendenze politiche: a parole in campagna elettorale i politici sono sempre pronti ad impegnarsi nel rilancio dell’istruzione, nei fatti, una volta raggiunto il traguardo delle elezioni, la scuola statale viene usata come un bancomat a cui attingere soldi da impiegare per altre attività.

Siamo stanchi, abbiamo raggiunto il livello di saturazione.

L’impegno ottenuto dalla Commissione Bilancio della Camera di emendare il testo del decreto di stabilità nella parte che aumenta il servizio a 24 ore, non è sufficiente:

  • non lo è perché, con una sorta di cannibalismo scolastico, chiede al Ministero dell’Istruzione di farsi carico dell’operazione, tagliando in atri capitoli del suo scarno bilancio, riducendo ulteriormente il fondo d’istituto a disposizione delle scuole per il miglioramento dell’offerta formativa;
  • non lo è perché, contemporaneamente, elargisce ancora una volta 223 milioni euro alla scuole private paritarie: oltretutto questa somma sarà esterna rispetto al Patto di Stabilità, il che permetterà di sbloccare immediatamente i fondi.

Per questi motivi, per garantire un’offerta formativa di qualità all’interno dei nostri istituti, per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro e la piena contrattazione integrativa, contro il Pdl 953 (ex Aprea) che smantella gli organi collegiali e permette l’ingresso dei privati nella scuola pubblica, contro i tagli alla scuola e per il rifinanziamento massiccio dell’istruzione pubblica, che consenta l’assunzione stabile dei precari e il ripristino di una didattica ottimale per tutte e tutti, i docenti che si riconoscono nel Coordinammento della Scuole in Mobilitazione della provincia di Padova hanno deciso di mantenere lo stato di agitazione all’interno dei propri istituti e si sono dati appuntamento Venerdì 23 Novembre alle ore 17.00 presso l’I.I.S. “Pietro Scalcarle” per decidere nuove forme di lotta.

Per vedere una rassegna di foto dell’evento clicca qui

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...