La scuola è nostra! Miglioriamola insieme

Comitato genitori e insegnanti x la scuola pubblica – Padova e Provincia

Il Comitato

Che scuola sarà?

Il Ministro Gelmini ha deciso che la scuola elementare deve tornare al passato. Basta insegnanti con periodi di compresenza, ritorno al “Maestro Unico” e riduzione del tempo-scuola da 30 a 24 ore per tutti (6 ore in meno di cosa?). Si cambia il modello a più insegnanti che permette ai nostri figli attività aggiuntive (laboratori, musica, teatro) che arricchiscono la didattica e la conoscenza. 

L’Italia è un paese strano. A livello internazionale ci riconoscono pochi punti di eccellenza e proprio la scuola elementare ha raccolto consensi e ottimi risultati. Ma allora, perché tagliare? Servirebbe invece investire sulle aree più arretrate, sostenere la formazione degli insegnanti, arricchire  ulteriormente la pratica educativa e dell’insegnamento.

A noi genitori e insegnanti sorgono molte domande:
– I bambini di oggi sono uguali a quelli di 30 anni fa?
– Davvero l’unica cosa che conta è imparare a leggere, scrivere e far di conto?
– Gli spazi per costruire giochi e regole in comune con altri bambini, che la scuola attuale promuove e consente, sono possibili a casa, in cortile (se c’è), in strada?
– La dimensione affettiva e dell’ascolto, necessaria spesso a compensare l’assenza di entrambi i genitori che lavorano tutto il giorno, avrà ancora un suo spazio con sole 24 ore, un insegnante e 28/30 bambini per classe?
– I bambini in difficoltà chi li segue?
– Alle 12.30, quando il maestro unico termina il suo orario, i bambini dove vanno?
– Basta tempo pieno e/o prolungato?
– Ci sarà un dopo scuola? Con un’altra maestra (e fanno due)?
– E chi paga? Non sarà mica un altro costo scaricato sulle famiglie?

A queste domande il Ministro Gelmini e il Governo non danno risposte concrete. Anzi, rispondono imponendo la fiducia al Parlamento e negando qualsiasi dialogo.

Noi chiediamo risposte precise e non comparsate televisive.
Non siamo in presenza di una riforma che vuole migliorare la scuola pubblica, bensì la impoverisce creando problemi organizzativi alle famiglie e penalizzando il futuro dei nostri figli.

E’ necessario allargare la conoscenza e la consapevolezza sulle scelte del Ministro ed assumere tutte le iniziative utili per contribuire, assieme a tutte le altre in corso, a cambiare le decisioni del Governo,

Per questo è nato il Comitato genitori e insegnanti per la scuola pubblica di Padova e Provincia.

 

Un ringraziamento a Keith Haring per il logo del comitato!