La scuola è nostra! Miglioriamola insieme

Comitato genitori e insegnanti x la scuola pubblica – Padova e Provincia

Posts Tagged ‘Assemblea’

1 Marzo – Seminario Nazionale LIP a FIRENZE

Posted by comitatonogelmini su 19 febbraio 2015

di Comitato a sostegno della Legge Popolare “per una buona scuola per la Repubblica”
19 febbraio 2015

FIRENZE 1 Marzo bisScarica qui il volantino ed aiutaci a diffonderlo!

Annunci

Posted in Iniziative territorio, Lettere & Interventi, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Seminario Nazionale LIP 1 Marzo a Firenze

Posted by comitatonogelmini su 12 febbraio 2015

FIRENZE 1 Marzo

Posted in Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Assemblea nazionale a sostegno della LIP: ROMA 31 gennaio 2015

Posted by comitatonogelmini su 23 gennaio 2015

roma 31 gennaio bis

Posted in Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Appello a insegnanti e società civile per la Legge d’iniziativa popolare sulla scuola

Posted by comitatonogelmini su 21 gennaio 2015

doc111di Marina Boscaino
da MicroMega
21 gennaio 2015

Questo è un appello a tutti i docenti italiani, alle associazioni, alla società civile che crede nella democrazia e nella scuola democratica. Per favore, leggete fino alla fine…

Dallo scorso inverno abbiamo cominciato a contattarci o ri-contattarci. Il nucleo originario dei promotori della Lip scuola (quelli che nel 2006, durante il ministero Moratti, discussero, confrontarono, condivisero, scrissero i contenuti dell’articolato; e che poi raccolsero 100mila firme per presentare quel testo come legge di iniziativa popolare “per una buona scuola per la Repubblica”) e nuovi compagni di viaggio.

Abbiamo deciso di riprovarci, allarmati dalle prime dichiarazioni di Renzi e Giannini sulla presunta “centralità” della scuola (una per tutti, le due “gambe” dell’istruzione pubblica: quella statale e quella paritaria). Abbiamo cominciato una paziente opera di contatto con i parlamentari dell’attuale legislatura perché la legge di iniziativa popolare presentata nel 2006 era intanto decaduta e dunque occorreva ripresentarla come disegno di legge.

Abbiamo avuto la fortuna di trovare sulla nostra strada donne e uomini sensibili al tema della scuola della Repubblica, quella che l’attuale Governonon pago degli sforzi compiuti in questo senso da tutti i ministri dell’istruzione degli ultimi 20 annista tentando sin dalle prime battute (tra una visita pastorale alle scuole ed un’altra) di annientare. Ci siamo riusciti. E ci siamo riusciti anche grazie ai senatori Maria Mussini (Misto), Alessia Petraglia (Sinistra, Ecologia e Libertà), Michela Montevecchi (M5S), Walter Tocci (PD), Pietro Liuzzi (FI-PdL), Gian Marco Centinaio (LN-Aut), Laura Bignami (Misto, Movimento X), Alessandra Bencini (Misto, Italia Lavori in Corso), Adele Gambaro (Misto), Maurizio Romani (Misto, Movimento X), Manuela Serra (M5S), Lucrezia Ricchiuti (PD), Sergio Lo Giudice (PD), Bartolomeo Pepe (Misto, Movimento X), Loredana De Petris (Misto, Sinistra Ecologia e Libertà) Rosetta Enza Blundo (M5S), Felice Casson (PD). E grazie ai deputati Giovanni PagliaArturo ScottoGiancarlo Giordano, Nicola Fratoianni, Celeste CostantinoDonatella Duranti, Serena Pellegrino (Sinistra, Ecologia e Libertà).

A luglio la Lip scuola è stata presentata come disegno di legge in Senato, a settembre alla Camera. Finalmente una vera e propria proposta formalizzata della scuola e non il solito “no” che tutti ci hanno sempre rimproverato. In questi mesi trascorsi tra studio delle proposte governative e mobilitazione, mai trascurando il nostro principale impegno, quello di docenti, abbiamo scritto, parlato e viaggiato per far conoscere il testo della Lip scuola, investendo energia, passione, danaro. La Lip è cresciuta: nella conoscenza e nella coscienza di molti docenti italiani.

Abbiamo incontrato altri compagni di viaggio, che – come noi – cercavano un’alternativa alla triste visione neoliberista della scuola proposta dal Governo: gli Autoconvocati delle scuole di Roma e del Lazio, con i quali abbiamo raccolto delibere di collegi docenti contrarie al progetto di Governo; e con i quali abbiamo affrontato e sopportato la sordità del Governo davanti alle nostre ragioni; l’Unione degli Studenti, che – con noi – crede in una scuola laica, democratica, inclusiva, pluralista. Insieme stiamo andando avanti.

Conclusa la fase del sedicente “ascolto” da parte del Governo ed incassato il differimento del Governo stesso delle azioni di concretizzazione delle proposte del suo documentorispetto al quale rivendichiamo un ruolo significativo di opposizione a soluzioni sommarie ed improvvisateabbiamo iniziato a costituire comitati locali per cominciare un lavoro di attualizzazione del nostro testo presentato nel 2006 seguendo esattamente le stesse modalità che orientarono la prima (e per ora unica) stesura: lo studio; la condivisione; la pari dignità di tutti i partecipanti (docenti, genitori, studenti, Ata, cittadini). Ci è costata fatica, ma siamo molto orgogliosi di quello che abbiamo fatto. E di quello che continueremo a fare.

In tutti i convegni cui mi è capitato di partecipare negli scorsi mesi, un motivo ricorrente ha attraversato costantemente gli interventi: manca una proposta, non c’è una proposta alternativa. Invece c’è. Un testo, come dicevo, non blindato. Su cui vorremmo invitare ad intervenire quanti condividono i nostri principi: quelli esplicitati nella Costituzione italiana, ai quali la Lip si ispira tenacemente ed intransigentemente.

Il 30 gennaio del 2005 – giusto 10 anni fa – nacque, durante un’assemblea nazionale dei Coordinamenti in Difesa della Scuola pubblica a Venezia, l’idea di scrivere una Legge d’iniziativa popolare sulla scuola. Il 31 gennaio di quest’annoin occasione del “compleanno”il Comitato a sostegno della Lip scuola, organizza un’assemblea nazionale a Roma con l’intento di interloquire con docenti, studenti, associazioni, sindacati al fine di individuare strategie comuni per ostacolare la folle corsa del Governo. Che, come è noto, ha già annunciato provvedimenti per la fine di febbraio.

Il tempo stringe. Noi ce l’abbiamo messa e continueremo a mettercela tutta. Sta ora ad ognuno di voi aiutarci (cioè, aiutare tutti noi, voi compresi) a rendere più solida l’alternativa.

Scarica qui il volantino dell’iniziativa

Posted in Iniziative territorio, Lettere & Interventi, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro del Coordinamento Nazionale per la Scuola della Costituzione

Posted by comitatonogelmini su 16 gennaio 2013

firenze 26 gennaio

In vista delle prossime scadenze, abbiamo ritenuto opportuno promuovere un incontro del Coordinamento Nazionale per la Scuola della Costituzione

per Sabato 26 gennaio 2013 dalle ore 10.00 alle ore 17.30

Firenze  Circolo ARCI di via delle Porte Nuove, n. 33

clicca qui per la mappa

 (Raggiungibile anche con l’autobus 17 dalla Stazione FFSS: sotto la pensilina, con le spalle ai treni uscita laterale a sinistra, e scendere alla quarta fermata

Ordine del giorno dell’incontro

1Struttura organizzativa del Coordinamento Nazionale e modalità operative (10.00 – 12.00)

2Impegno in vista delle prossime elezioni, manifestazione del 2 febbraio ecc. (12.00 – 16.00)

3 – Proposta sul governo della scuola (16.00 – 17.00)

4Referendum di Bologna sulla scuola pubblica dell’infanzia (17.00 – 17.30)

Posted in Comitato/Iniziative, Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Da Bologna parte la mobilitazione in tutta Italia

Posted by comitatonogelmini su 5 settembre 2012

di Anna Maria Bruni
da Il Manifesto
4 settembre 2012
Il nodo: quale confronto con «la politica», se la condizione attuale è l’approdo di due decenni di «riforme»?

 

Comincia oggi, con il presidio dei precari sotto il Miur contro il famigerato concorso voluto dal ministro Profumo, la mobilitazione del mondo della scuola. Domani si aggiungeranno alla protesta i cosiddetti «inidonei», i docenti obbligati a diventare amministrativi o tecnici, se non addirittura dichiarati in soprannumero da un decreto inserito nella spending review, per sole ragioni di salute. Il presidio andrà avanti fino a domenica 9, giorno in cui il coordinamento dei precari terrà un’assemblea nazionale, per confluire lunedì 10 nella mobilitazione più generale contro la legge Aprea a Montecitorio, mentre è in discussione la «953». A Bologna, nel frattempo, il 7 si terrà la conferenza stampa che annuncia la partenza della raccolta firme per il referendum sul finanziamento alle scuole d’infanzia private. Di questa iniziativa il Comitato promotore «Articolo 33» intende fare un modello da diffondere e replicare in quanti più Comuni possibile.
L’incontro nazionale organizzato dall’associazione «Per una buona scuola della Repubblica», l’altroieri a Bologna, ha lanciato le prime mobilitazioni sulla base di un appello comune stilato nella stessa giornata, leggibile su carta e online, nel quale spicca l’appoggio reciproco alle iniziative. Numerose le associazioni e i comitati partecipanti all’incontro, i Tavoli regionali di Toscana e Lazio, Prc, Fds e Idv, e docenti e genitori a titolo personale.

Una settimana fitta che prelude, nelle intenzioni, all’organizzazione di un’assemblea nazionale domenica 23 settembre a Roma (il giorno prima dell’uscita del bando per il concorso). Quattro i nodi che Antonia Sani, dell’Associazione promotrice, lancia in apertura come prioritari dopo le decisioni prese in agosto da governo e consorteria varia. Oltre ai tre già denunciati dalle mobilitazioni – Concorso, legge Aprea e scuole d’infanzia – anche il Servizio Nazionale di Valutazione, approvato sempre il 24 agosto. Corrado Maugeri, Fds nazionale, puntava il dito sulla «953» come l’approdo dell’idea forte del Pd sulla scuola cominciato con la riforma Berlinguer e la Bassanini sull’autonomia.

In linea con la politica più generale del «meno stato, più mercato», meno diritti, aziendalizzazione e controllo autoritario del governo mediante una burocrazia sempre più invasiva.
Bruno Moretto, Scuola e Costituzione di Bologna, vi ha aggiunto il sistema di valutazione, che esautora le scuole consegnandole mani e piedi all’Invalsi e alle successive indicazioni ministeriali. Un altro tassello della «selezione di classe», in cui la partita delle scuole d’infanzia rientra a pieno titolo. Alessandro, insegnante precario, riconnette precarizzazione del diritto allo studio e al lavoro. Tanti gli interventi della giornata, molta convergenza nelle analisi, ma non sul modo di procedere. Dopo la pubblicazione dell’appello e le mobilitazioni una parte – fra cui Maugeri, Sani, Marcello Vigli – sposta l’attenzione sull’organizzazione di un seminario sull’«autonomia» e sulla necessità del confronto con le forze politiche. Diversi altri invece – da Piero Castello, Coordinamento delle elementari di Roma, presente a titolo personale, a Carlo Salmaso, Comitato Genitori insegnanti di Padova, a Beppe Zambon, Cesp di Padova – sottolineano la necessità di una pratica sociale quotidiana come l’abc della costruzione delle mobilitazioni, troppo poco discussa in quella che invece sarebbe stata la sede più adatta.

L’esempio poco ricordato è il referendum sull’acqua pubblica, citato da Antimo Santoro, insegnante delle superiori e Cobas di Bologna, per sottolineare il percorso di costruzione di quel successo. Proprio «l’Urlo della scuola», nel marzo scorso, ha dato la parola in apertura ad Alex Zanotelli, «padre» di quell’iniziativa capace di seminare una cultura della partecipazione come non si vedeva da tempo, costruita passo passo quotidianamente, nei quartieri, nei mercati, nelle scuole, fino ai paesi più sperduti. Un successo clamoroso con il quale le forze politiche si sono dovute confrontare, dopo aver costruito quel potere contrattuale. Un precedente da cui non può prescindere (su proposta di Loredana Fraleone, del Prc) nemmeno l’ipotesi di una manifestazione nazionale.

Posted in Iniziative territorio, Lettere & Interventi, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

BOLOGNA 2 Settembre: incontro/confronto dei Comitati per una Buona Scuola per la Repubblica

Posted by comitatonogelmini su 26 agosto 2012

di Associazione per la Scuola della Repubblica
26 agosto 2012

 

In prossimità della data del 2 settembre indicata dall’Associazione “Per la Scuola della Repubblica” per un primo incontro-confronto sulle future iniziative, siamo finalmente in grado di comunicarvi sede e orario.

Ci  incontreremo a  Bologna, presso il Centro Sociale Costa di via Azzogardino 48 (15 minuti a piedi dalla Stazione, fra via Marconi e via Lame – clicca qui per una mappa più precisa) dalle ore 10.30 alle ore 17 di domenica 2 settembre.

Si potrà consumare in loco il pranzo a prezzo contenuto (12-15 euro). Naturalmente è necessario sapere almeno due giorni prima il numero dei presenti

Oltre a un’analisi sulla situazione del panorama scolastico come si presenta all’apertura di questo nuovo anno, vogliamo confrontarci sull’effettiva praticabilità dell’iter che avevamo proposto nel mese di luglio (vedi qui), ossia se non sia  preferibile anticipare il momento assembleare della mobilitazione che avevamo previsto per la prima decade di ottobre al 23 settembre, rimandando il seminario di approfondimento su autonomia/valutazione alla prima settimana di ottobre a Firenze.

Ciò  ci consentirebbe di marcare subito una nostra presenza attiva (anche in considerazione dei previsti  lavori della Commissione sull’ex Aprea per il 10 settembre) e di poter disporre di tempi più distesi per preparare più efficacemente il seminario.

Vi preghiamo di confermare la  vostra presenza alle seguenti mail:

                     antonia.sani@alice.it    /    bruno.moretto@fastwebnet.it

A presto. Speriamo di essere numerosi e…. con speranze e idee!

Posted in Comitato/Iniziative, Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comitati Buona Scuola del Veneto: troviamoci a Vicenza il 6 marzo

Posted by comitatonogelmini su 2 marzo 2012

di Assemblea per la Difesa della Scuola Pubblica – Vicenza

Il prossimo incontro regionale dei Comitati Buona Scuola del Veneto si svolgerà a

VICENZA
MARTEDI’ 6 MARZO
ORE 20.00

presso l’Istituto per Geometri A. CANOVA – via Astichello 195

con il seguente odg:

    • l’Urlo della scuola
    • Prove Invalsi
    • Progetto VALeS
    • Legge di Iniziativa Popolare
    • varie

Posted in Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prove Invalsi: opinioni a confronto

Posted by comitatonogelmini su 22 febbraio 2012

 
Il Comitato Genitori XI Istituto Comprensivo di Padova

vi invita a partecipare ad

una serata dedicata alle

 

PROVE INVALSI

opinioni a confronto

Mercoledì 29 febbraio 2012

ore 20.45 presso la Sala Polivalente della Scuola “D. Valeri”

via monte santo, 24 – quartiere Palestro

ne discutiamo con

Cinzia Fracassoinsegnante referente Invalsi dell’I.C. di Saonara

Carlo SalmasoComitato Genitori ed Insegnanti per la Scuola Pubblica

L’incontro è rivolto a genitori ed insegnanti, non solo del nostro istituto, che vogliano essere maggiormente informati in relazione all’argomento della valutazione gestita dal SNV (Servizio Nazionale di Valutazione)

Scarica qui il volantino dell’iniziativa

Posted in Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il 26 febbraio troviamoci a Parma

Posted by comitatonogelmini su 19 febbraio 2012

A distanza di circa tre mesi dall’incontro bolognese dedicato alla valutazione, abbiamo ritenuto utile fissare un nuovo appuntamento per tutte le realtà che in Italia difendono la libertà di insegnamento e le finalità della scuola della Costituzione.

Visto il nuovo “Profumo” che pervade il mondo dell’istruzione, pensiamo che sia indispensabile un confronto relativo ad alcuni temi portanti emersi dalla discussione che quotidianamente sviluppiamo in rete.

L’ordine del giorno proposto è il seguente:

  • Rilancio della legge di iniziativa popolare per una Buona Scuola della Repubblica (LIP)
  • Ricerca di un collegamento con i movimenti per i Beni Comuni
  • L’Urlo della Scuola: iniziative locali ed organizzazione dell’evento
  • Proposta di legge della regione Lombardia sul reclutamento diretto degli insegnanti

L’assemblea si terrà presso la Scuola Primaria “Corazza” in via Fratelli Bandiera 4/A a Parma (qui il link alla mappa); si accede alla scuola sia da via F.lli Bandiera, sia da via Argonne; l’edificio è di fronte al Palazzetto dello Sport “B.Raschi”.

L’orario di svolgimento è previsto dalle ore 9.45 alle ore 17.00 (compresa una veloce pausa pranzo “fai da te”).

La scuola ha un buon collegamento web veloce, quindi è possibile organizzare una videoconferenza (skype, o altre forme), per coinvolgere chi non riuscirà ad essere presente.

E’ dotata inoltre di diverse postazioni e punti di videoproiezione, quindi è possibile portare materiale su supporto informatico e condividerlo.

Per informazioni: Giordano Mancastroppa 349-2532003

Posted in Comitato/Iniziative, Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »