La scuola è nostra! Miglioriamola insieme

Comitato genitori e insegnanti x la scuola pubblica – Padova e Provincia

Posts Tagged ‘Petizione’

Al Quirinale…

Posted by comitatonogelmini su 18 luglio 2011

di Marta Gatti
 Comitato Nazionale per la petizione Napolitano a difesa della Scuola Pubblica Statale
18 luglio 2011

Ieri (14 luglio, n.d.r.) è stata una giornata piena di emozioni.
Mi sono alzata alle 4.15 con l’ansia di perdere il treno per milano.
Sono arrivata invece comoda comoda e ho incontrato gli/le altre, carrellino con scatole compreso. Tre ore e eravamo alla stazione termini!
Avanti al quirinale ci aspettavano le folle? Beh, non c’era nessuno! Solo antonia sani della scuola e costituzione con il suo documento per il ricorso al tar sui tagli.
Ero emozionata all’idea di entrare in quirinale. I carabinieri sono sopraggiunti subitissimo e ci hanno chiesto di togliere cartelli (Elena aveva fatto dei bellissimi cartelli con mafalda e la scritta AIUTO PRESIDENTE!) ele bandiere gialle perchè davanti al quirinale non si può manifestare; identificata un’altra volta!
Sono stati però gentili per nulla arroganti. Saputo perchè eravamo lì sembravano quasi scusarsi dell’imposizione.
Entriamo nell’androne sempre con il carrellino a cui all’ultimo momento abbiamo aggiunto le firme di roma.
Ci blocca un signore altissssssimo vestito da pinguino blu con tanto di coda… e cominciamo a parlare di scuola. Anche lui, nonostante abbia mandato i figli alla privata ” perchè la scuola pubblica non funzionava” concorda con noi sulla tematica.
Michele russi gioca la carta della provenienza geografica per tentare di convincerli a fare una foto con carrellino per testimoniare al popolo l’avvenuta consegna. Ma niente da fare…neanche tra pugliesi si intendono!
Dopo un quasi accurato controllo con metal detector e raggi x di corpi e borse ( in treno al ritorno scopriamo che michele in borsa aveva un coltellino da scout che avrebbe potuto sgozzare presidente e consorte al seguito!), una signora ci accompagna all’interno del quirinale, scaletta a chiocciola e visita illecita sulla terrazza.
Entriamo in una stanza sulla cui porta c’è scritto “AFFARI INTERNI” . Un salottino verde stile impero decadente. Un tavolino di legno pregiato, un orologio da tavolo enorme color oro ( o d’oro vero?)
La signora mette le sedie in cerchio siamo in 7, e ci indica la poltroncina verde su cui siederà il prefetto.
Entrano in due. Un signore più anziano ( prefetto Montefusco) cicciottello e uno più dinocolato che gli fa da collaboratore (che alla fine scopriamo essere anche lui un prefetto.)
Ci danno la mano e si presentano.
Il clima che si respira è di cordialità. Parla soprattutto il prefetto montefusco. Ci fa capire di aver letto la petizione (” la situazione della scuola riassunta nei 12 punti”). Ci chiede come è nata questa esigenza di raccogliere firme.
È il momento di michele che racconta bene tutti i passaggi.
Poi la delegazione, come deciso prima di entrare,  inizia a raccontare fatti concreti di ciò che accade nelle nostre rispettive scuole.
Io parlo della mia scuola, i progetti, i laboratori, le aule di informatica eccetera eccetera e dell’organizzazione delle classi per l’anno prossimo descrivendo nel dettaglio cosa vuol dire 5 maestre in meno; del bilancio, delle supplenze e …dei finanziamenti alla scuola privata, delle insegnanti di religione che prendono più di me, dei tagli all’organico e dell’aumento delle insegnanti di religione….
Gli studenti raccontano la riduzione delle ore, delle materie, delle ore perse senza supplenza,dei compagni disabili abbandonati, del contributo volontario.
Carla di Rma delle liste d’attesa delle iscrizioni alle superiori e dei tagli alla scuola in ospedale…
Michele della gestione dei consigli di istituto .
Antonietta  racconta la situazione del vivere da precaria, delle ripercussioni nella classe, del rapporto 1 a 3 sul sostegno che ha avuto quest’anno, della formazione docenti che non esiste….

Beh, ci hanno ascoltato attentamente per un’ora e mezza circa. Io credo, come abbiamo scritto nel comunicato, che davvero parlare di scuola rende l’idea dell’inguistizia che stiamo vivendo e soprattutto dell’assoluta mancanza di ragioni dietro a queste scelte.
Credo che abbiano capito bene cosa vogliamo.
I loro interventi successivi sono stati di rinforzo e di sostegno alle nostre battaglie. ” dovete continuare così, complimenti per il modo in cui siete riusciti a coinvolger le persone, 44 mila firme non sono poche c’è tutto il popolo della scuola lì dentro…..”
Siamo poi intervenuti sia sulla notizia delle 67 mila assunzioni ( scoop mediatico), sia sul fatto che non c’è il tp al sud ( blocco degli organici x legge ) introducendo nuovi elementi alla loro analisi dei fatti.
Anche in questo caso abbiamo permesso a loro di leggere le cose da un punto di vista diverso da quello dei media.
Ci hanno assicurato (mah!) che informeranno il presidente di ciò che abbiamo detto ” in particolare modo degli esempi concreti che ci avete portato e che ci fanno capire ad esempio che anche una maestra in meno crea problemi alla scuola….”
Si sono prodigati a dire che il presidente é attentissimo alle tematiche della scuola e della cultura. Che in ogni suo discorso c’è un accenno a questo. Che il suo ruolo istituzionale ( separazione dei poteri) gli impedisce di intervenire sulle scelte governative, che peró non è detto che per vie private e non ufficiali non intervenga…(!!!)
Abbiamo chiesto loro quindi almeno che ci prometta che farà altri appelli come quello di dicembre, un appello al mese perchè si parli di scuola.
Niente.

Non abbiamo portato a casa nulla. Non so come valutare questo incontro. non che mi aspettassi chissà che ….però ogni volta ti scontri con qualcosa che è irremovibile.
Ciò che penso è che la nostra voce è arrivata fino alla massima carica dello stato.
Non possono dirci : noi non lo sapevamo.
E noi possiamo invece dire due cose: voi eravate informati e ciò che avete fatto non è a nome nostro.
È poca cosa? Non credo.

Ps: il prefetto non ha voluto firmare nè una lettera da noi scritta che testimoniasse l’avvenuta consegna, nè ci ha permesso di fare una foto.
Solo all’uscita in cortile, (da cui abbiamo visto la terrazza della casa del Presidente) ci siamo fermati ai bagni e abbiamo reincontrato il prefetto…il quale carinamente ci ha detto: beh, dai se volete fate una foto qui con il corrazziere così una prova per i firmatari ce l’avete.
Ecco perchè vedrete a giorni una nostra foto di fianco a una montagna umana con la coda in testa!

Annunci

Posted in Iniziative territorio, Lettere & Interventi, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

14 luglio: consegnate 43.740 firme al Presidente Napolitano!

Posted by comitatonogelmini su 15 luglio 2011

di  Comitato Nazionale per la petizione Napolitano a difesa della scuola pubblica statale
15 luglio 2011
 Il giorno 14 luglio dell’anno 2011 alle ore 12 una delegazione di 2 insegnanti, 3 studenti e 2 genitori rappresentativi di 43.740 cittadine e cittadini di tutta Italia , ha consegnato al Prefetto dott. MONTEFUSCO della segreteria della Presidenza le firme apposte da altrettante persone alla Petizione al Presidente della Repubblica.
 

Crediamo che questa petizione abbia potuto raggiungere così tante persone, partendo spontaneamente da un liceo milanese e diffondendosi in diverse parti d’Italia al di fuori delle organizzazioni sindacali e politiche, perché ben descrive i timori e le speranze di una larga fetta della popolazione. Timori e speranze relative al destino della nostra pubblica istruzione, che se pochi anni fa era malata, oggi pare annaspare agonizzante sotto la scure di quel complesso di norme alle quali si è dato il nome di “riforma Gelmini”.

La scelta della delegazione è stata quella di raccontare la quotidianità delle esperienze concrete di ció che accade nella scuola pubblica statale a seguito dei tagli agli organici e i finanziamenti.

Cosa succede nelle  scuole a tempo pieno, nei licei, negli istituti tecnici, nelle scuole in ospedale; come vive un precario, quali le ripercussioni della loro presenza nelle classi; quali sono i diritti negati degli alunni/ e disabili.

Come ci indigna, a fronte di ciò che accade a noi della scuola pubblica, venire a conoscenza della scelta di aumentare i già ingenti finanziamenti diretti alla scuola privata.

 Abbiamo ribadito la nostra incapacità di comprendere i motivi di queste scelte scellerate.

Dove sono gli sprechi da tagliare nella scuola statale ?

Abbiamo chiesto che il Garante della Costituzione intervenga affinché il Governo reintegri i fondi e gli organici sottratti alla Pubblica Istruzione e restituisca quelli impropriamente concessi agli Istituti paritari.

L’articolo 33 della Costituzione, al comma 3, recita: «Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato».

Questo ci aspettavamo dalla massima carica dello Stato.

L’incontro è durato un’ora e mezza.

La sensazione all’uscita è di aver colto nel segno. Anche in questo caso ci siamo accorti che parlare di scuola é vincente sempre,  perchè fare entrare “le persone nelle nostre aule” raccontando il disastro che viviamo, fa allibire anche coloro che di fronte ai numeri non manifestano reazioni.

È stata apprezzata la costituzione del nostro movimento ” nato dal basso” e trasversale che rappresenta uno spaccato del popolo della scuola. Ne siamo sicuri!

Il prefetto ha sottolineato la ” buona notizia” di questi giorni che richiamava l’assunzione di 67.000 statali per la scuola.

Abbiamo sottolineato peró che, se anche fosse vera questa notizia, (qualche  perplessità sui numeri l’abbiamo) 67.000 posti, comprensivi di 36000 posti per il  personale ATA, suddivisi in tre anni e distribuiti nelle 110 provincie italiane non riescono neppure a coprire i posti dei pensionamenti!

Pur sottolineando la separazione dei poteri dello Stato e quindi l’impossibilità costituzionale del Presidente di intervenire direttamente sulle scelte governative, il  prefetto ha ribadito l’interessamento costante  del Presidente sui problemi legati alla scuola e alla cultura che manifesta in ogni occasione ufficiale.

Con questo atto di consegna, poniamo fine alla campagna “Petizione Napolitano”, ma non ci fermiamo qui.

Ci rimetteremo di nuovo sulla strada del movimento perchè pensiamo sia un dovere costituzionale prendersi  cura di ciò che permette ai nostri giovani cittadini/e di crescere: la scuola statale.

Siamo convinti/e che questa scommessa non può vedere  solo il popolo della scuola al tavolo di gioco.

Ci riproponiamo di mandare questa comunicazione  a tutti i partiti del nostro Paese affinchè facciano la nostra stessa fatica e si impegnino per il rientro dei tagli e dei finanziamenti tolti alla scuola di tutte e tutti.

Posted in Comitato/Riunioni, Iniziative territorio, Lettere & Interventi, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

14 luglio a Roma: Presidente Napolitano ARRIVIAMO!!!

Posted by comitatonogelmini su 11 luglio 2011

di Michele Russi
da ReteScuole
11 giugno 2011

Allora è fatta …dopo le ultime risposte e telefonate abbiamo deciso :

GIOVEDI 14 LUGLIO ORE 11-11,30 DAVANTI AL QUIRINALE con tutte le firme (più di 43.513 cittadine e cittadini) da consegnare al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Noi che abbiamo raccolto le firme, ci ricordiamo benissimo e non le dimenticheremo facilmente le facce di tante persone che hanno risposto con fiducia alla nostra richiesta di apporre la firma per bloccare i tagli che stavano e stanno tutt’ora avvenendo alla scuola della Costituzione.

Martedi 12 luglio alle ore 11,30 faremo una conferenza stampa al NEGOZIO CHIAMAMILANO in largo corsia dei servi 11 a Milano.
Chiamamilano è stato il punto di riferimento per tutto il periodo della raccolta e ci è sembrato importante concludere il percorso della raccolta in questo luogo.

 

Per aggiornarvi sul percorso fatto in Veneto, cliccate qui

Un grazie di cuore a tutte/tutti quelli che ci hanno creduto e hanno contribuito a questo risultato!

Carlo Salmaso per i Comitati Buona Scuola del Veneto

Posted in Comitato/Iniziative, Iniziative territorio, Lettere & Interventi, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Consegnate 6176 firme per la petizione a Napolitano

Posted by comitatonogelmini su 28 marzo 2011

di Comitato Genitori ed Insegnanti per la Scuola Pubblica di Padova
28 marzo 2011

Ieri a Bologna si è svolta la prevista assemblea  costitutiva della Consulta Nazionale per il Rilancio della Scuola Pubblica Statale.

Alcuni di noi hanno partecipato alla riunione (forniremo a breve un report della giornata); in quella sede abbiamo anche portato il “pacco” delle firme raccolte per la petizione al Presidente Napolitano a difesa della scuola pubblica e contro il finanziamento delle scuole private.

Allo stato attuale abbiamo potuto consegnare 6176 firme raccolte a Padova e provincia, VicenzaVenezia …più alcune che ci erano arrivate da Arezzo, Palermo, Savona!

Un grazie di cuore a tutti quelli che ci hanno dato una mano ai banchetti, nelle scuole, attivandosi a titolo personale!

Restiamo in attesa di avere la comunicazione dalla segreteria del Quirinale della data in cui andremo, insieme alle altre realtà che hanno lavorato a livello nazionale, a consegnare il tutto al Presidente della Repubblica.

Chiediamo a chiunque possieda altri moduli su carta con firme di farcele pervenire entro e non oltre sabato prossimo (2 aprile) per poterle recapitare a Milano ed arrivare ad un calcolo definitivo.

Ricordiamo a tutti che è comunque possibile continuare a firmere on-line partendo dal link che trovate nella colonna di destra del nostro blog. >>>>>>>>

Posted in Comitato/Iniziative, Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Da oggi la petizione al presidente Napolitano è anche on-line!

Posted by comitatonogelmini su 1 marzo 2011

di Comitato Genitori ed Insegnanti per la Scuola Pubblica di Padova
1 marzo 2011

Dopo due mesi di lavoro svolto nelle piazze e nelle scuole solo ed esclusivamente su moduli cartacei, visto l’aggravarsi della situazione, abbiamo deciso di inziare a raccogliere le firme sulla petizione al Presidente Napolitano anche on line.

A partire dal 2008 la Pubblica Istruzione è stata più volte fortemente penalizzata dalle manovre governative con tagli per 8 miliardi di euro e 132.000 lavoratori previsti dall’art. 64 della legge 133 del 2008 .

I risultati sono sotto gli occhi di tutti. La situazione delle Scuole Statali, alla fine del 2010, è a dir poco drammatica, con aule fatiscenti, classi smembrate per l’impossibilità di nominare i supplenti, diritti negati agli alunni e alle alunne diversamente abili, azzeramento dei trasferimenti per il funzionamento delle attività didattiche, blocco degli scatti di carriera per i docenti, tagli al personale docente e non docente e così via.

C’è chi ritiene che tutto questo sia una grande ingiustizia. Genitori, insegnanti e personale Ata stanno raccogliendo firme per una petizione indirizzata al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

In sintesi, si chiede che il Garante della Costituzione intervenga affinché il Governo reintegri i fondi sottratti alla Pubblica Istruzione e restituisca quelli impropriamente concessi agli Istituti paritari. L’articolo 33 della Costituzione, al comma 3, recita: «Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato».

<<<<<clicca qui per firmare

Posted in Comitato/Iniziative, Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Che scuola sarà? Incontro a Fossona

Posted by comitatonogelmini su 13 febbraio 2011

di Comitato Genitori ed Insegnanti per la Scuola Pubblica di Padova
13 febbraio 2011

 

Dove sta andando la scuola? Che scuola sarà?

In riferimento agli ultimi sviluppi legislativi e alla finanziaria 2011 nasce la necessità di fermarci per un incontro che allarghi la conoscenza e la consapevolezza su come sarà la scuola nel prossimo futuro.

Il relatore della serata, Carlo Salmaso del “Comitato Genitori ed Insegnanti per la Scuola Pubblica di Padova”, evidenzierà gli scenari che si prospettano e le eventuali le criticità della scuola italiana.

La riunione è fissata per

venerdì 18 febbraio 2011 alle ore 20,45

presso l’auditorium della Scuola Papa Luciani di Fossona

 

Nell’incontro verrà presentata anche l’iniziativa della “Petizione al Presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano” con la quale si chiede il mantenimento del diritto allo studio e di invitare il Governo a reintegrare i fondi sottratti con l’articolo 64 della legge 133 del 2008 e a restituire alle Scuole Statali i fondi impropriamente concessi agli Istituti privati.

Verranno inoltre illustrate le modalità per la raccolta firme per detta petizione.

Posted in Comitato/Iniziative, Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Padova: insegnanti contro la censura

Posted by comitatonogelmini su 27 gennaio 2011

27 gennaio 2011
Il Comitato Genitori ed Insegnanti per la Scuola Pubblica di Padova e provincia aderisce al seguente appello ed invita tutti i docenti a sottoscriverlo
per firmare clicca qui
 

INSEGNANTI DELLE  SCUOLE PADOVANE PER IL GIORNO DELLA MEMORIA

‘Elenchi di opere la cui pubblicazione, diffusione o ristampa nel regno è stata vietata dal ministero della cultura popolare.’: erano gli ‘sgraditi’, testi di scrittori ebrei epurati dalle biblioteche del Regno ed eliminati dalle librerie e dalle bancarelle; a questi si aggiungevano testi la cui lettura era vietata perchè non conformi all’ideologia di regime.
Ai libri censurati veniva messo un timbro azzurro con la sigla “lib. sg.”. Vennero marchiati così non solo tutti gli scrittori ebrei (letterati, storici, filosofi, scienziati) ma anche opere classiche; una sfliza di nomi e cognomi lunga un’ottantina di pagine e costantemente aggiornata: Sigmund Freud, Carlo Levi, Cesare Lombroso, Thomas Mann, Alberto Moravia, Pietro Nenni, Pitigrilli (Dino Segre), Joseph Roth, Gaetano Salvemini, Arthur Schnitzler, Italo Svevo, ma anche l’Ars amandi, il Decamerone, le opere di Voltaire e di Allan Poe.
Questa lista di ‘morte’ civile e culturale di un Paese allo sbando era la diretta conseguenza del “Manifesto sulla purezza della razza”, pubblicato nel 1938, firmato da una decina di intellettuali e appoggiato da illustri esponenti del mondo scientifico ed accademico.
Questa lista prefigurava le liste della morte che sarebbero arrivate di lì a poco; non ci voleva molto per capirlo. Eppure…
L’elenco, conservato ancora tra gli scaffali dell’archivio storico della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, sarà esposto al pubblico domani, in occasione del Giorno della Memoria. Così noi insegnanti padovani abbiamo deciso di celebrare questa ricorrenza, spiegando e leggendo insieme ai ragazzi questi documenti, per raccontar loro di quando i libri furono rimossi dagli scaffali, i lettori esclusi, gli impiegati e i funzionari licenziate; per raccontare quei giorni bui in cui le libertà, giorno dopo giorno, si sgretolavano, preannunciando ulteriori macerie.

Nella nostra amata Costituzione è scritto ‘La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico ed artistico della nazione’ e ancora ‘Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell’autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l’indicazione dei responsabili’ e ancora e ancora ‘L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento’.
Di fronte ai recenti casi di censura proclamata contro alcuni scrittori italiani ‘sgraditi’ e alle misteriose sparizioni dagli scaffali di una biblioteca delle loro opere, questo ci sembra il miglior modo di ricordare il passato e scongiurare l’incalzante deriva antidemocratica del presente.

Alcuni insegnanti delle scuole padovane:

Carla Buzzoni, Marialuisa Cuoco, Daniele D’Arduini, Mariateresa De Santis, Mariateresa Di Riso, Giovanna Galeazzo, Guido Galesso, Attilio Motta, Fernando Perissinotto, Rosa Puca, Davide Sette, Agnese Solero,Cristina Tanghetti, Alessandro Todaro, Giuseppe Zampieri, Angelo Zuppardo

Posted in Comitato/Iniziative, Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Petizione a Napolitano: il 15, il 22 e il 29 gennaio di nuovo con i banchetti in piazza

Posted by comitatonogelmini su 11 gennaio 2011

di Comitato Genitori ed Insegnanti per la Scuola Pubblica di Padova
11 gennaio 2011

Raggiunta la quota di 3.000 firme a Padova e zone limitrofe nel mese di dicembre, abbiamo deciso, dopo la pausa natalizia, di tornare con i banchetti in piazza per continuare la raccolta nella petizione da portare al Presidente Napolitano, in qualità di garante della Costituzione; ricordiamo al Parlamento che l’istruzione è un diritto e che l’articolo 33 della Costituzione, al comma 3, recita “Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato”.

Troverete quindi il nostro banchetto:

Sabato 15 gennaio dalle ore 10.00 alle ore 18.00

Sabato 22 gennaio dalle ore 10.00 alle ore 18.00

Sabato 29 gennaio dalle ore 10.00 alle ore 18.00

in Piazza delle Erbe (lato fontana)

Saremo presenti anche con gli opuscoli dedicati alle Iscrizioni degli alunni per il prossimo anno scolastico e alle scuole a tempo pieno 

Se qualcuno vuole darci una mano segnali la sua disponibilità con una mail a: gioca.salmaso@tin.it

L’operazione di raccolta continuerà ininterrottamente fino al 14 febbraio 2011; aiutateci segnalando la possibilità di firmare ad amici, parenti, colleghi, veicolate l’iniziativa nei Collegi dei Docenti e nei Consigli d’Istituto delle vostre scuole.

Per chi si vuole organizzare autonomamente:

scaricate>>>qui<<<il testo della petizione

scaricate>>>qui<<<il foglio firme per la raccolta a scuola

scaricate>>>qui<<<il foglio firme per la raccolta fra i cittadini

Per informazioni e consegna schede firmate scrivete a:
comitato.nogelmini@gmail.com
Comitato Genitori ed Insegnanti per la Scuola Pubblica di Padova

Posted in Comitato/Iniziative, Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

La società civile con la FIOM

Posted by comitatonogelmini su 5 gennaio 2011

5 gennaio 2011
Andrea Camilleri, Paolo Flores d’Arcais e Margherita Hack: “L’inaudito attacco della Fiat ai diritti dei lavoratori è un attacco ai diritti di tutti i cittadini, poiché mette a repentaglio il valore fondamentale delle libertà democratiche. Ecco perché riteniamo urgente che la società civile manifesti la sua più concreta e attiva solidarietà alla Fiom e ai lavoratori metalmeccanici: ne va delle libertà di tutti“.

Posted in Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Ieri l’acqua ha vinto…ma ci stiamo attrezzando perchè non si ripeta più!

Posted by comitatonogelmini su 24 dicembre 2010

di Comitato genitori ed Insegnanti per la Scuola Pubblica di Padova
24 dicembre 2010

 

 

Care/cari tutti,

ieri avremmo dovuto essere in piazza delle Erbe con l’ultimo banchetto per raccogliere firme sulla petizione al presidente Napolitano prima della sosta natalizia.

Per la prima volta non ce l’abbiamo fatta a mantenere fede all’impegno, a causa della pioggia e del fatto che siamo privi di una struttura “coperta” che ci eviti di bagnare i fogli della petizione finchè svolgiamo il lavoro.

Ma, come dice Mafalda, NOI NON MOLLIAMO!

Abbiamo chiesto alla befana (di sicuro una vecchia maestra in pensione…) se può portarci per l’anno nuovo un gazebo che ci aiuti quando Giove Pluvio decide di remare contro le nostre inziative; contiamo su di lei e quindi vi anticipiamo che da gennaio torneremo in piazza pronti a resistere anche nelle giornate di pioggia.

Auguriamo a tutti buone feste e se qualcuno di voi durante questo periodo volesse impegnarsi in proprio nella raccolta delle firme rialleghiamo tutto il materiale occorrente:

scaricate>>>qui<<<il testo della petizione

scaricate>>>qui<<<il foglio firme per la raccolta a scuola

scaricate>>>qui<<<il foglio firme per la raccolta fra i cittadini

Per informazioni e consegna schede firmate scrivete a:
comitato.nogelmini@gmail.com
Comitato Genitori ed Insegnanti per la Scuola Pubblica di Padova

Posted in Comitato/Iniziative, Iniziative territorio, Tutti i post | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »